R. Galli – C. Frittelli – F. Manfredonia – C. Rossi – M.P. Virgili – G. Gambaccini U.O. Neurofisiopatologia, P.O. “Felice Lotti” Pontedera – Azienda USL5 Pisa

L’UO di Neurofisiopatologia AUSL 5 di Pisa fa parte dell’Area Medica del P.O. “F. Lotti” di Pontedera con le U.U.O.O. di Medicina (I e II), Cardiologia, Oncologia, Medicina Fisica e Riabilitativa e le Sezioni Week hospital e Dialisi.

Vi operano un direttore di struttura complessa, 5 dirigenti medici, 7 tecnici di neurofisiopatologia, di cui uno con ruolo di coordinatore e 3 O.S.S.

Presso questa UO sono attivi un ambulatorio di neurologia generale e altri specialistici (epilessia, disturbi cognitivi, disordini del movimento, cefalee, sclerosi multipla e malattie demielinizzanti); vi si praticano poi esami strumentali quali elettroneurografia, elettromiografia, risposte tardive e riflesse (foto 1)

Figura 1

ecodoppler carotideo e vertebrale, doppler transcranico basale e con ricerca microemboli (foto 2);

Figura 2

elettroencefalografia di base, dopo deprivazione di sonno notturno, nelle 24 ore sec. Holter, video-elettroencefalografia per adulti e bambini, elettroencefalografia neonatale. La valutazione neuropsicologica per i disturbi cognitivi attualmente è riservata a pazienti già diagnosticati, poichè in Azienda esiste una UO di Psicologia (Tab.).

Tab. Prestazioni effettuate nell’anno 2010

L’orario è dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle 17.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00.

Presso tale UO sono stati riconosciuti i Centri di Riferimento indicati dalla regione Toscana per la diagnosi e terapia della malattia di Parkinson e dei Disturbi del Movimento e della Sclerosi Multipla e delle malattie demielinizzanti, che consentono ai cittadini della Valdera di disporre di tutti i presidi terapeutici senza dover emigrare verso altre strutture.

Il Centro per la diagnosi e terapia della malattia di Parkinson ha tra gli obiettivi futuri la selezione di pazienti in fase avanzata adeguati per trattamento chirurgico (Deep Brain Stimulation-DBS) assicurando un adeguato follow up post-intervento.

Vi è poi attiva collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze della AOUP per la selezione dei pazienti con epilessia farmaco-resistente candidati all’impianto di stimolatore vagale (VNS).

Per le visite neurologiche ordinarie e per l’EEG basale è previsto un accesso diretto, purchè il p. si presenti allo sportello entro le ore 7.30 dal lunedì al venerdì munito di impegnativa del MMG, mentre tutte le altre prestazioni sono prenotabili presso il CUP o la UO stessa. Nonostante la U.O. non disponga di letti di degenza  ordinaria, l’attività svolta è integrata con quella delle U.U.O.O. di Medicina Generale di questo presidio e del P.O. di Volterra. Vi  è anche  una continua collaborazione con gli altri reparti dello stesso P.O. incluso il DEU , presso i quali gli specialisti neurologi prestano attività di consulenza.

Inoltre, dalle ore 8.00 del giorno prefestivo alle ore 8.00 del giorno lavorativo e dalle ore 14.00 del giorno prefestivo alle ore 8.00 del giorno lavorativo è attiva una reperibilità rispettivamente degli  specialisti neurologi e dei tecnici di Neurofisiopatologia della UO tesa alla partecipazione alla commissione per l’accertamento della morte cerebrale (CAM).

In occasione di visita ambulatoriale lo specialista neurologo può richiedere un ricovero in regime di urgenza o in regime ordinario programmato in Week Medicine (con degenza dal lunedì al venerdì); altresì il paziente  può essere avviato agli ambulatori specialistici della UO, programmando la data della visita in base al timing ritenuto opportuno.

Sia nel caso di un ricovero in urgenza che programmato in Week Medicine, il paziente viene dimesso con una lettera di dimissione indicante la diagnosi, l’esito degli esami effettuati, una terapia ad hoc e la data per la visita neurologica di controllo.

Nell’ambito dell’ospedale “per intensità di cure” sono previsti letti di degenza per patologie di interesse neurologico in area a media intensità assistenziale e letti dedicati al trattamento dello stroke in area a elevata intensità assistenziale (area sub-intensiva), come indicato dal Percorso Ictus Aziendale.

La UO Neurofisiopatologia ha collaborato con le UU.OO. di Neurologia dell’Area Vasta NORD-Ovest (AASSLL 1, 12, 2, 6, AOUP) alla stesura del “percorso assistenziale ictus” e di un documento di  standard prodotto/servizio, volto a illustrare i servizi offerti da tali U.U.O.O. basandosi su criteri di qualità.

Vi è inoltre costante collaborazione con la U.O. Neurochirurgia Ospedaliera della AOUP e, per i pazienti valutati dai neurologi della UO, è possibile effettuare il martedì mattina, presso la UO stessa, consulenza neurochirurgica.

La UO partecipa poi alla segnalazione di malattie neurologiche rare al Registro Toscano per le Malattie Rare. Da alcuni anni svolgono presso la UO Neurofisiopatologia il tirocinio medici specialisti in formazione iscritti al I anno della scuola di Specializzazione in Neurofisiopatologia e studenti iscritti al Corso di Laurea per Tecniche Neurofisiopatologiche dell’Università di Pisa.

L’attività della UO viene svolta in modo equo e trasparente, nel rispetto della privacy e con una corretta gestione del rischio clinico. Curati sono poi la formazione del personale, il processo di accreditamento, il progetto HPH (“Health Promoting Health”) e, nei limiti della mission aziendale, l’attività scientifica.

La UO di Neurofisiopatologia, inoltre, cura la continuità “ospedale-territorio” in virtù dei contatti con le Società della Salute delle Zona Pisana e Valdera, tramite la partecipazione di  spec. Neurologo alla commissione per la valutazione di non autosufficienza per i pazienti con patologie neurologiche complesse all’interno della commissione di unità di Valutazione Multidimensionale (UVM), effettuando inoltre visite in sede alla UVM o, quando necessario, a domicilio del paziente. I neurologi della UO collaborano, inoltre, a periodiche commissioni per stesura e rinnovo dei Piani Assistenziali Integrati (PAI) all’interno dei Centri Diurni e delle Residenze Sanitarie Assistite (RSA) delle Zone Pisana e Valdera e per i pazienti ricoverati come “modulo 3” (cognitivo-comportamentale).

I Dirigenti Medici della UO partecipano poi alla commissione per accertamento invalidità civile e svolgono consulenze neurologiche presso la casa Circondariale Don Bosco di Pisa. Quanto prima saranno svolti presso la stessa sede accertamenti diagnostici neurofisiologici grazie a due tecnici neurofisiopatologi.

Fra i progetti futuri in cui la UO è coinvolta vi sono, oltre alla riorganizzazione dell’ospedale per intensità di cure, l’obiettivo di uniformare l’offerta neurologica fra le tre Zone della AULS 5-Pi (Pisana, Valdera, Alta Val di Cecina) intensificando i rapporti di collaborazione con l’Auxilium Vitae di Volterra e con le strutture di eccellenza presenti in Valdera, primo fra tutti il Polo S. Anna.